Crea sito

Apertura dei seggi anarettali

Apertura seggi anarettali

“Abbiamo governato senza mettere mai le mani nelle tasche degli italiani. Ma da oggi si apre una fase di responsabilità, basta con la demagogia e le false promesse. Occorrono misure che a questo punto debbono essere vere e proprie misure di salvezza nazionale; non è più possibile prendere in giro gli italiani, dire che si ha la bacchetta magica. Serve un atto di responsabilità, perché c’è ancora molto da fare, ma l’Ocse ha recentemente stimato che le riforme realizzate ci permetteranno di guadagnare 4 punti di crescita in 10 anni. Insomma, bisogna stare su quella roba là. L’Italia non ha grandi squilibri a parte il rapporto Debito/Pil, perciò la nostra proposta è abolire l’Imu sulla prima casa. La luce della ripresa si vede. L’anno prossimo sarà un anno in ripresa.”

Ed ora, rileggi la dichiarazione, cercando il tuo idolo.

C’è una frase di ognuno di loro in questo discorso.

Dai che in fondo non è difficile, e nemmeno noioso.
E poi, avrai già dimenticato tutto ciò che hai letto, o ti è talmente piaciuto, che hai dimenticato la realtà che ti circonda. D’altronde è proprio questa la chiave della politica: gli italiani hanno memoria breve. E così ci affezioniamo alle belle parole, non ai contenuti. Ci interessano storie, persone, nomi e cognomi, inciuci, ma non i programmi elettorali.

Facciamo una scommessa?

Ecco cosa succederà. Vincerà il PD con una buona prevalenza numerica nel Parlamento, grazie al premio di maggioranza; Ingroia e Vendola glielo reggeranno.. il Governo. I problemi saranno al Senato, dove lo schieramento del PDL, con LaDestra e Lega, e la coalizione di sinistra si fronteggeranno, con 2 o massimo 3 senatori di scarto. Questo Governo farà poco nulla, e a settembre 2013 cadrà.

Ci sarà il Monti-Bis, poiché, essendo già sorretto da UDC di Casini e FLI di Fini, una maggioranza al governo sarà possibile. Qualche onorevole deluso, recuperato qui e lì, si trova sempre.
Beppe Grillo? Tutto calcolato. Lui è perfetto per mantenere gli equilibri e attirare una buona parte di voti, troppi pochi per vincere, ma abbastanza da non permettere a nessun altro di avere una forte maggioranza.

Vecchia politica, vecchie strategie, ognuno si riprende la sua fetta di elettorato. Vecchie storie, vecchie prediche, vecchi argomenti, vecchi slogan, vecchi elettori. E un nuovo baratro più profondo. Il nostro buco del culo si dilata di un altro centimetro. Ma la nostra memoria breve lo dimenticherà presto, e credendo di stare ancora al punto di partenza, aspetteremo altre dilatazioni future.
Buone elezioni 2013 a tutti.

Lo Scalpello

 

Retweet direttamente ai tuoi amici

 

, , , , , , , ,

2 Responses to “Apertura dei seggi anarettali”

  1. francesco
    24 gennaio 2013 at 23:04 #

    Quindi alla fine la colpa sarà di Grillo?…Mi chiedo,con tutto quel pessimismo di cui trasuda il vostro articolo,scrivere qualche necrologio,no vero?

    • Lo Scalpello
      24 gennaio 2013 at 23:56 #

      Ciao Francesco,
      ci piace sempre avere un confronto con i lettori. E’ bello lasciar loro la piena libertà di interpretazione dei nostri articoli, con cui tentiamo di “scalpellare” criticità (se ne sente la mancanza di questi tempi, converrai con noi). Ti invitiamo, se ti va e se hai il tempo, a scriverci un articolo di risposta, da mandare su [email protected] lo pubblicheremo senza alcun ritaglio. In ogni caso l’articolo non invita né all’astensione dal voto, né attacca nessuno dei candidati in particolare. Spesso il vero messaggio lo lasciamo tra “le righe in piccolo”, non tra le frasi evidenziate con il font large e in grassetto.. ti lasciamo con questo spunto. 🙂 continua a seguirci. A presto.
      Lo Scalpello